Wednesday, August 23, 2017
  Search
Management Buy Out: l’operazione che porta i Manag... Minimize

Management Buy Out: l’operazione che porta i Manager a guidare la società

L’M.B.O. (ossia Management Buy Out) riguarda  una serie di operazioni, di tipo societario e finanziario, finalizzate all’acquisto di una azienda da parte di coloro che ne guidano strategie e tattiche (management).



Le caratteristiche comuni sono le seguenti:

- Acquisto del pacchetto di controllo della Società, o di un suo ramo, da parte dei managers e dei loro co‐investitori;

- Investimento personale dei managers;

- Costituzione di una nuova società holding (newco) che servirà per acquisire effettivamente le quote/azioni  della target, anche attraverso capitale di credito.

 

La struttura classica dell’M.B.O. può essere così sintetizzato:

‐ il Management Team, e gli eventuali co‐investitori, che apportano equity, costituiscono la newco;

‐ la newco, non disponendo di tutti i mezzi necessari per portare a termine l’operazione copre il residuo fabbisogno finanziario, attraverso capitale di credito offrendo in garanzia le quote/azioni e/o il patrimonio della società target;

‐ dopo l’acquisizione, la newco delibera la fusione per incorporazione con la società target.

Il debito finanziario, sorto in capo alla newco e successivamente confluito nella società risultante dalla fusione, viene generalmente rimborsato attraverso i flussi di cassa generati dall'impresa acquisita oppure grazie alla cessione di business unit/rami d’azienda considerati non strategici dalla nuova proprietà.

 

Le motivazioni che portano alla consapevolezza di portare a termine un’operazione di M.B.O. possono essere:

• nel caso di società di tipo familiare si sceglie l’MBO perché “libera” l’imprenditore dalla gestione full‐time permettendo un graduale passaggio generazionale;

• nel caso di gruppi industriali perché la continua evoluzione delle strategie aziendali può portare a non considerare più alcune business unit come core business oppure da sviluppare;

• nel caso di aziende in difficoltà/stallo perché spesso i contrasti tra soci possono portare ad un immobilismo strategico con conseguente rapido deterioramento delle prospettive di business;

• perché si palesa la volontà di uno o più managers di acquisire indipendenza e autonomia.

 

Quali sono i vantaggi offerti dal Management Buy Out?

velocità: è un’operazione molto più rapida rispetto alla cessione realizzata attraverso un processo di asta competitiva;

considerazioni strategiche: il venditore può desiderare che i concorrenti non acquistino il controllo;

riservatezza: l’esistenza della trattativa e l’analisi delle informazioni sensibili sul business e sulla

società non vengono rivelate a terzi;

continuità: attraverso un MBO la gestione operativa mantiene un tratto di continuità.

 

Quali sono gli elementi fondanti del Management Buy Out?

• Management Team motivato , intraprendente e ben equilibrato.

• Solidità del Business.

• Generazione di flussi di cassa: elemento fondante per l’ottenimento delle fonti di finanziamento esterne ‐ sia l’equity.

• Way Out. Il management deve essere in grado di dimostrare ai finanziari che per loro esistono diverse e ragionevoli ipotesi di dismissione del proprio investimento in un arco di tempo ragionevole.

 

Quali sono gli elementi rilevanti per la finanziabilità dell’operazione?

• Trend attesi nel mercato di riferimento del business, minacce ed opportunità da parte di nuovi

soggetti entranti.

Attendibilità e sostenibilità del business plan.

• Flusso di cassa annualmente generato dalla gestione operativa del business:

− almeno pari al servizio annuale del debito (rimborso del finanziamento in linea capitale +interessi),

− almeno tre/quattro volte superiore al solo ammontare degli oneri finanziari.

• Rapporto tra mezzi propri apportati dagli investitori (managers + co‐investitori) almeno pari 1/3 del fabbisogno finanziario complessivo dell’operazione.

 

Quali sono le fasi tipiche di un’operazione di M.B.O.?

1. accordo nel team di gestione su ruoli, competenze e finalità del progetto da proporre;

2. nomina dei consulenti finanziari con i quali valutare in dettaglio l’idoneità del business e/o della società per un MBO,  formulare il business plan dell’iniziativa, valutare il prezzo richiesto dal venditore…

3. Nomina dei consulenti legali con i quali, definire gli accordi parasociali con i partners finanziari coinvestitori, negoziare il contratto di compravendita con i venditori e le banche finanziatrici.

4. Nomina dei consulenti per lo svolgimento delle opportune due diligence.

5. Costituzione e capitalizzazione della newco che perfezionerà l’investimento con le risorse di capitale e di debito e verrà successivamente fusa con la società target oggetto del M.B.O.

print