Tuesday, June 27, 2017
  Search
I DIECI PUNTI PER USCIRE DALLA RECESSIONE Minimize

I DIECI PUNTI PER USCIRE DALLA RECESSIONE

Ecco i punti enunciati dal Ministro Passera per lo sviluppo dell’economia e l’uscita dall’attuale fase di recessione che sta attraversando il Paese.



1. MERITOCRAZIA: è previsto un apposito disegno di legge su mobilità sociale e meritocrazia. Gli interventi sono volti ad evitare gli avanzamenti di carriera per la sola ragione di anzianità.

2
.PIANO CASA: per colmare il gap infrastrutturale è in fase di lavorazione un disegno di legge per l'adeguamento alla situazione italiana delle tematiche relative al «Débat publique» e per l'istituzione di un Comitato di ministri con funzioni di coordinamento, monitoraggio e propulsione. Si preparano anche norme relativi ai piani casa, scuola e di housing sociale, per il patrimonio museale e per riqualificare il patrimonio immobiliare.

3. AGENDA DIGITALE: con decreto legislativo Semplifica Italia è stata avviata una Cabina di regia interministeriale per l'implementazione dell'Agenda digitale italiana, allo scopo di realizzare gli obiettivi dell'Agenda europea. Sono previsti investimenti per circa 600 milioni di euro al fine di azzerare il digital divide, oltre a 443 milioni di euro per la banda ultralarga.

4. AGENDA DIGITALE/2:  Un provvedimento ad hoc regolerà l'attività dell'Agenda digitale italiana articolandola in sei gruppi di lavoro: Infrastrutture e sicurezza, E-commerce, Alfabetizzazione informatica, E-government, Ricerca e Innovazione, Smart Cities&Communities.

5. INNOVAZIONE: uno dei punti chiavi dell’agenda punta al rafforzamento dei fattori di crescita delle imprese  spingendo sull'innovazione e la ricerca. Si punta a riordinare il sistema degli incentivi alle imprese con l'abrogazione di circa 40 norme e l’introduzione di un meccanismo di credito di imposta alla ricerca e allo sviluppo innovativo.

6. COMMERCIO ESTERO: si prevede un rafforzamento della strumentazione finanziaria per l'internazionalizzazione (ad esempio l'export finance), sulla base delle migliori esperienze internazionali. Un maggiore coordinamento va garantito tra Cassa depositi e prestiti, Sace e Simest.

7. MENO BUROCRAZIA: per garantire credito alle imprese a costi competitivi sono in corso misure per l'assorbimento dello scaduto della Pubblica amministrazione accelerando e semplificando la certificazione dei crediti e facilitandone la cessione in collaborazione con il sistema bancario.

8. CREDITI
: è ancora da recepire la direttiva europea che regola i pagamenti futuri alle imprese (che devono essere onorati entro 30 giorni tra privati e PA salvo deroghe). Il termine per il recepimento è fissato a marzo 2013. L'Agenda per la crescita sostenibile si impegna ad adottarla in anticipo, già entro la fine dell'anno.

9. GREEN ECONOMY
:  il Dl Semplifica Italia ha puntato alla valorizzazione delle risorse naturali e il Dl Salva Italia ha prorogato la detrazione d'imposta del 55% per interventi di risparmio energetico; al momento è allo studio lo sviluppo della filiera della green economy. Entro l'estate è prevista la nuova strategia energetica nazionale per accelerare investimenti su aree prioritarie.

10. START UP
: è stato avviato un progetto per accelerare la nascita e lo sviluppo di start up innovative coinvolgendo alcuni rappresentanti del settore. Sarà presentato entro l’estate anche un pacchetto di interventi normativi, finanziari, fiscali, amministrativi.

print