Sunday, November 19, 2017
  Search
L'ANTITRUST FRENA LE RETI D'IMPRESA : POSSONO RAPP... Minimize

L'ANTITRUST FRENA LE RETI D'IMPRESA : POSSONO RAPPRESENTARE UN LIMITE ALLA CONCORRENZA

L’antitrust considera i contratti di rete come possibili tentazioni protezionistiche. Sarebbe quindi necessario uno screening per ogni contratto, al fine di verificare il rispetto dei principi e delle leggi in materia di libera concorrenza. Invece, molto spesso si tratta di uno strumento finalizzato a costituire indebite posizioni di vantaggio, in violazione alla normativa Antitrust.



L'ANTITRUST FRENA LE RETI D'IMPRESA : POSSONO RAPPRESENTARE UN LIMITE ALLA CONCORRENZA

L’antitrust considera i contratti di rete come possibili tentazioni protezionistiche. Sarebbe quindi necessario uno screening per ogni contratto, al fine di verificare il rispetto dei principi e delle leggi in materia di libera concorrenza. Invece, molto spesso si tratta di uno strumento finalizzato a costituire indebite posizioni di vantaggio, in violazione alla normativa Antitrust.

Un’indagine qualitativa del Ministero dello Sviluppo Economico evidenzia che ciò che spinge le imprese a creare una rete non è soltanto l’ottenimento di vantaggi fiscali, ma anche altre motivazioni, quali :

• minori costi d’acquisto
• accesso più facile al credito
• vantaggi industriali
• maggiori facilità alla promozione dei prodotti all’estero.

I numeri
50 gli accordi già firmati: agli inizi di Maggio tra le PMI italiane, per aumentare la competitività sui mercati internazionali o ridurre alcune voci di costo.
200 I Contratti: Confidustria ritiene che entro la fine dell’anno la quota dei contratti di rete conclusi possa raggiungere q quota duecento.
48 Milioni di Euro: sono i fondi stanziati per il periodo 2011-2013 che serviranno a coprire le agevolazioni. E’ possibile la defiscalizzazione fino a un massimo di 1 milione di € degli utili reinvestiti nel fondo patrimoniale comune previsto dal contratto di rete.
Effettuiamo consulenze personalizzate di Finanza Agevolata.
print