Tuesday, June 27, 2017
  Search
LE CASSE DEL TURISMO NON CROLLANO, MA SOLO GRAZIE... Minimize

LE CASSE DEL TURISMO NON CROLLANO, MA SOLO GRAZIE ALL’ARRIVO DEGLI STRANIERI

La stagione estiva è appena cominciata e già si tirano le prime somme, si evidenzia come  sia  incrementato l’arrivo dei russi (un vero e proprio boom, soprattutto nelle località balneari toscane e romagnole)  dei tedeschi e degli statunitensi, tornati a vecchi amori come Firenze.



I dati preliminari sul Centro-Nord del 2011 sembrano  confermare l'andamento 2010,  da sottolineare però come sulla Riviera emiliano-romagnola brillano Riccione e Milano Marittima, mentre  arrancano Cesenatico e Rimini. Nelle Marche invece,  i turisti privilegiano la Riviera del Conero e Senigallia, meno San Benedetto del Tronto o Porto San Giorgio.

A movimentare località balneari e città d'arte sono comunque sempre gli stranieri, i quali  hanno una capacità di spesa più alta; mentre gli italiani tendono a ridurre la durata dei loro soggiorni con prenotazione last-minute. Per adattarsi a queste nuove esigenze, gli imprenditori del settore alberghiero sono intervenuti  con una rimodulazione dell’offerta, che in molti casi non prevede più il servizio pensione completa.

L'Emilia-Romagna pur conservando grandi numeri a livello di presenze/arrivi, è l'unica regione del Centro Nord che ha registrato  un calo degli arrivi (-0,6%) e delle presenze (-1,7%).

E’ quindi necessario puntare sul’incremento della quota di internazionalizzazione per aiutare le imprese. Obiettivo fondamentale per una regione in cui quasi l'80% del movimento turistico è costituito da italiani.

print