Thursday, October 19, 2017
  Search
NON C E’ PACE PER I PAESI DELL’EUROZONA Minimize

NON C E’ PACE PER I PAESI DELL’EUROZONA

Dai primi giorni di Luglio, anche il Portogallo è stato declassato a “junk”, ossia a “spazzatura”, dopo che l’agenzia di rating Moody’s ha deciso di abbassare il rating sui suoi bond da “Baa1″ a “Ba2″, che equivale a un arretramento di ben quattro posizioni.
Il rischio che il  Lisbona chieda un secondo pacchetto di aiuti è molto concreto, inoltre potrebbe non centrare gli obbiettivi di risanamento del debito pubblico e aumenta il rischio di un altro taglio del rating. Il significato del rating BA2 per Moody’s è Qualità discutibile, titolo dalla solidità incerta molto sensibile alle circostanze avverse.



Dai primi giorni di Luglio, anche il Portogallo è stato declassato a “junk”, ossia a “spazzatura”, dopo che l’agenzia di rating Moody’s ha deciso di abbassare il rating sui suoi bond da “Baa1″ a “Ba2″, che equivale a un arretramento di ben quattro posizioni.
Il rischio che da Lisbona vnga richiesto un secondo pacchetto di aiuti è molto concreto, inoltre il Portogallo potrebbe non centrare gli obbiettivi di risanamento del debito pubblico e aumenta il rischio di un altro taglio del rating. Il significato del rating BA2 per Moody’s è Qualità discutibile, titolo dalla solidità incerta molto sensibile alle circostanze avverse.
Il governo difficilmente potrebbe aumentare le tasse, o tagliare spese come sanità e pensioni. Inoltre, secondo la note agenzia, nel 2013 il Portogallo non sarà in grado di tornare ad approvvigionarsi sui mercati finanziari, con l’altissima probabilità che sarà costretto a richiedere nuovi aiuti, subordinata alla ripartizione delle perdite tra i privati con roll-over sui titoli di stato. Un'operazione che evita l'insolvenza ma implica lo scambio di un vecchio titolo con un determinato valore con un nuovo bond a valore di mercato più basso ed equivale al default per le agenzie di rating e non per i credit default swap.
La reazione dei mercati, chiusi in Europa ma aperti negli Usa, è stata immediata: l'euro ha toccato il minimo della giornata contro dollaro a 1,44 e lo spread tra i BTp e i Bund decennali,  si è riallargato fino a valicare di nuovo la barriera psicologica dei 200 centesimi portandosi a quota 202. Ora anche l'Irlanda e la Spagna rischiano  di finire nell'occhio del ciclone.

print